FAQ

Frequently asked questions

Mascherine

Che differenza c’è tra le mascherine TiconoscoMaskerina e le mascherine chirurgiche?


Le mascherine chirurgiche sono le mascherine a uso medico, sviluppate per essere utilizzate in ambiente sanitario e certificate in base alla loro capacità di filtraggio. Rispondono alle caratteristiche richieste dalla norma UNI EN ISO 14683-2019 e funzionano impedendo la trasmissione del coronavirus. Le mascherine TiconoscoMaskerina, invece, sono mascherine di comunità e come previsto dall’articolo 16 comma 2 del DL del 17 marzo 2020 hanno lo scopo di ridurre la circolazione del virus nella vita quotidiana e non sono soggette a particolari certificazioni. Non devono essere considerate né dei dispositivi medici, né dispositivi di protezione individuale, ma una misura igienica utile a ridurre la diffusione del coronavirus. Le mascherine di comunità sono ovviamente meno filtranti delle mascherine chirurgiche e di quelle con filtri FFP, ma sono comunque utili per ridurre la circolazione del virus nella vita quotidiana. Nei luoghi all’aperto e al chiuso dove non è possibile mantenere la distanza di sicurezza è opportuno indossarle. Tra l’altro, in molti di questi contesti la mascherina è obbligatoria per legge.




Le mascherine TiconoscoMaskerina rispettano le caratteristiche delle mascherine di comunità?


Le mascherine TiconoscoMaskerina, in quanto mascherine di comunità, garantiscono una adeguata barriera per naso e bocca. Sono realizzate in materiali multistrato, che non sono né tossici né allergizzanti né infiammabili, e non rendono difficoltosa la respirazione. Aderiscono al viso coprendo dal mento al naso garantendo allo stesso tempo comfort.




Le mascherine TiconoscoMaskerina sono lavabili?


Le mascherine TiconoscoMaskerina sono tutte lavabili e riutilizzabili. Per ogni mascherina sono indicate le modalità di lavaggio corrette. Ogni mascherina è dotata di un filtro estraibile, lavabilie e sanificabile utile anche per non sporcare la mascherina col trucco.




Cos'è il trattamento antigoccia?


Quasi tutti i modelli di mascherine TiconoscoMaskerina hanno un doppio strato di tessuto, uno dei quali è tessuto che ha subito un trattamento antigoccia che lo rende idrorepellente. Questo trattamento costituisce quindi una protezione significativa contro la diffusione di particelle della dimensione dell’aerosol.




Dove è stata fabbricata la mia mascherina?


Tutte le mascherine TiconoscoMaskerina sono fatte a mano a Bologna, in Italia, con tessuti di alta qualità e le pietre e gli accessori vengono ricamati a mano artigianalmente. Sono le sapienti mani delle sarte Tosca a confezionare le mascherine, ecco perché eventuali lievi imperfezioni, che si potrebbero riscontrare, sono proprio espressione dell’unicità del capo.




Come si indossa la mascherina?


1. Per maneggiare una mascherina nuova, o appena lavata e sanificata, è importante avere le mani ben lavate. È importante tenerla in mano il più possibile dai cordini laterali, evitando di toccare la parte centrale, quella a contatto con la faccia. 2. La mascherina deve aderire bene al viso. Se è presente l'anima di metallo nella parte superiore (il ferretto), modellarla in modo da far aderire meglio la mascherina intorno al naso. 3. Se indossata correttamente, la mascherina copre: mento, bocca e naso. 4. Anche quando ci si toglie la mascherina è importante maneggiarla dai cordini laterali, evitando di toccare la parte centrale che potrebbe tornare in contatto con naso e bocca in caso di riutilizzo. È importante lavarsi bene le mani o utilizzare un disinfettante prima di toccare la mascherina.